flm_def

Comunicato stampa, Padova 28/05/2015

La 66esima edizione del salone del florovivaismo e giardinaggio numero uno in Italia si svolgerà dal 9 all’11 settembre nel rinnovato quartiere fieristico di Padova. Già confermati 50 grandi buyer dall’estero e previsti 2 mila contatti b2b. Fra le novità, i laboratori con dimostrazioni sulle tendenze del gusto floreale di “Master Flower – Autumn Winter Trends”, il concorso internazionale di architettura del paesaggio “Flormart Garden Show” (scadenza il 15 giugno) e il forum Expo ECOtechGREEN, i premi “nòva_green” su innovazioni di prodotto, tecnologie e formule di vendita con uso del marchio per i vincitori, le esposizioni di grandi nomi del design vegetale, un focus sul verde urbano produttivo e un convegno nazionale sulla fitodepurazione. Ritornano il salone Agrienergy su energie rinnovabili e filiera del legno, le “prove in campo” di macchine e attrezzature per la manutenzione del verde e l’agricoltura, e i premi Flormagazine e Oroflor ai migliori prodotti florovivaistici.

«In una fase di grande fermento per il ‎florovivaismo italiano puntiamo sui nuovi contenuti e sui buyer esteri per riaffermare il primato di ‪Padova negli appuntamenti fieristici di settore, ribadito l’anno scorso dai 18mila visitatori e 350 espositori, e per contribuire al rilancio della filiera del ‪verde italiana».

Lo dichiara l’ad di ‪‎PadovaFiere Daniele Villa lanciando ‪Flormart 2015, la 66esima edizione dello storico salone internazionale del florovivaismo e del giardinaggio di Padova, in programma dal 9 all’11 settembre 2015 in un quartiere fieristico rinnovato per il rifacimento dei padiglioni. Un’edizione in cui l’innovazione, le eco-tecnologie e la qualità estetica saranno i fili conduttori sia dell’offerta espositiva propriamente florovivaistica che del versante progettazione e gestione del verde. Tutto questo nella convinzione che si tratti di tre fattori cruciali per la competitività della filiera.

Così nel vasto programma di Flormart 2015 troveranno spazio e visibilità le piante e i fiori, gli accessori tecnologici e le formule di vendita più innovativi, selezionati attraverso i premi “nòva_green”, che consentiranno ai vincitori di utilizzare il marchio del concorso come riconoscimento di un’eccellenza da spendere sul mercato. Ci sarà il debutto in fiera, dopo l’esperienza analoga di Christmas Flower Trends lo scorso autunno a Pescia al Mefit (Mercato Fiori Piante Toscana), dell’evento “Master Flower – Autumn Winter Trends”, a cura dell’équipe di diADE adv. Nell’occasione gli esponenti di importanti scuole di fioristi saranno chiamati ad esibirsi nella realizzazione in tempo reale di composizioni floreali ispirate a tendenze e aree tematiche definite da diADE sulla base di criteri sia estetici che commerciali, con l’obiettivo di dare ai professionisti di piante e fiori in visita a Flormart suggerimenti utili per fare aumentare le vendite. Un evento in cui le logiche della moda vengono applicate alla commercializzazione delle piante e dei fiori per dare nuovo impulso all’intera filiera florovivaistica puntando sul valore aggiunto dell’estetica e dello stile. Ancora più peso avranno la qualità estetica e la libertà creativa nelle esposizioni di alcuni grandi artisti del panorama internazionale del design vegetale, una branca sempre più praticata e stimolante dell’arte contemporanea, che si terranno durante Flormart 2015 nei padiglioni della fiera. I nomi dei tre artisti saranno resi pubblici con una conferenza stampa.

Inoltre, da quest’anno, per evidenziare il ruolo del verde nel paesaggio, della biodiversità, della sostenibilità, della salute e del miglioramento delle condizioni di vita nei centri urbani, è nato un nuovo concorso internazionale di architettura del paesaggio denominato Flormart Garden Show. L’iniziativa si rivolge ad architetti, studi di progettazione del verde, studenti, aziende produttrici di fiori e piante ornamentali, imprese di gestione del verde e associazioni culturali. Le iscrizioni sono aperte fino al 15 giugno, con consegna dei progetti entro il 30 giugno. Il concorso è articolato in due sezioni: la prima riservata ad opere o progetti culturali già realizzati, mentre la seconda a progetti di giardini temporanei di 48 mq, che saranno realizzati in fiera a settembre per Flormart 2015, capaci di mettere in luce l’importanza del verde tecnologico per l’inserimento della natura in ambito urbano. Oltre ai tre premi in denaro in palio per ciascuna sezione, il progetto vincitore della seconda verrà realizzato su una palazzina del Parco Europa e sarà il primo giardino verticale pubblico di Padova. Per iscriversi al concorso, patrocinato fra gli altri dal Ministero dell’ambiente, dall’Ordine degli architetti e da Uniscape, basta compilare il modulo nel bando disponibile al sito www.flormart.it/eventi/flormart-garden-show e inviarlo alla mail flormartgardenshow@padovafiere.it. Collegato a Flormart Garden Show per le tematiche affrontate sarà il forum internazionale Expo ECOtechGREEN, che tratterà vari aspetti del verde tecnologico ed è un’iniziativa di Paysage sostenuta dalla rivista Topscape. Ricco di spunti anche il focus sul verde urbano 2015 promosso da Il Verde Editoriale che, oltre al premio “La città per il Verde”, prevede un convegno sul verde produttivo nelle diverse declinazioni degli orti urbani, dei parchi agricoli e delle altre forme di urban farming.

Fra i ritorni, sono da segnalare Agrienergy, il salone dedicato ad energie rinnovabili, filiera del legno e tecnologie per il risparmio energetico, nella cui area sarà presente Legambiente con la sua rivista La Nuova Ecologia, e “Flormart in campo”: lo spazio per i test di macchine e attrezzature per la manutenzione del verde e l’agricoltura. Ci saranno naturalmente, ma con formula completamente rinnovata, i premi Oroflor e Flormagazine, attribuiti dalla stampa specializzata ai prodotti florovivaistici che si sono distinti per qualità.

Da non dimenticare due eventi formativi organizzati da Green Line per i gestori di garden center e un workshop su “La gestione della sicurezza nelle colture protette” (D. lgs. 81/2008 e Pan fitofarmaci). Infine verrà trattato il tema della fitodepurazione, cioè l’utilizzo delle piante nel disinquinamento delle acque, in un convegno nazionale organizzato da ANBI (Associazione Nazionale dei Consorzi di Gestione Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue), Unione Venete Bonifiche e ARGAV (Associazione Giornalisti Agroambientali di Veneto e Trentino Alto Adige). Il tema è di stringente attualità per i richiami dell’Unione Europea all’Italia, rea di uno scarso riutilizzo delle acque reflue, come recentemente segnalato anche dalla “Struttura di missione contro il dissesto idrogeologico e per lo sviluppo delle infrastrutture idriche #italiasicura” presso la Presidenza del Consiglio.

Sul fronte dei rapporti commerciali con l’estero, Flormart 2015 può contare su 50 grandi buyer stranieri già confermati. Grazie a Padova Promex sono stati individuati 2 operatori per ciascuno dei seguenti Paesi: Germania, Indonesia, Marocco, Polonia, Russia, Svezia. Altri 15 operatori provenienti da Azerbaijan, Gran Bretagna, Francia ed Emirati arabi sono stati acquisiti grazie al supporto di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese. E’ stata confermata la collaborazione con le camere di commercio italiane all’estero in Svizzera, Tunisia e Turchia, per la selezione di 13 operatori. Altre sinergie sono state messe a punto con Paysalia, salone organizzato a Lione da GL Events e verrà attivata una promozione congiunta con la fiera internazionale di Tunisi, Kram, per la promozione di Flormart presso le aziende e istituzioni del settore al fine di proporre la partecipazione di espositori e operatori in mostra. In generale sono previsti circa 2 mila contatti b2b da parte degli operatori presenti in fiera.

Iscriviti a Flormart: www.flormart.it/area-espositori/ddp