GPP Lab – FlorTraining

FlorTraining propone appuntamenti istituzionali e formativi tramite percorsi di approfondimento e aggiornamento tematico con qualificati esperti del settore per conoscere le politiche legate al florovivaismo, le opportunità del GPP in questo settore e alcune esperienze significative.

Di seguito il calendario appuntamenti 2016 (in aggiornamento):

MERCOLEDI' 21 SETTEMBRE

SEMINARIO
IL GPP/GREEN PUBLIC PROCUREMENT TRA VERDE PUBBLICO E ARREDO URBANO SECONDO LE NUOVE REGOLE DEL GIOCO
(L . 221/2015 – Collegato Ambientale, PAN – Piano d’Azione nazionale sul GPP – 2013 , L. 10/2013 – Verde Pubblico, D.lgs 50/2016 – Nuovo Codice Appalti)

A cura di: PadovaFiere e Adescoop – Agenzia dell’Economia Sociale
21 settembre 2016 dalle 14:30 alle 16:00 – Pad. 8 – Sala 8D

Seminario formativo e di sensibilizzazione a carattere tecnico rivolto ad operatori pubblici, privati ed alle grandi reti sociali, economiche ed ambientali durante il quale qualificati esperti del settore presenteranno il contesto aggiornato delle normative e delle modalità di partecipazione ai bandi e gare delle Pubbliche Amministrazioni.

Saluti e introduzione
Gianni MENEGHETTI – Presidente Adescoop – Agenzia dell’Economia Sociale e coordinatore progetto Flormart GPP LAB

Coordina
Fabrizio STELLUTO – Presidente di ARGAV – Associazione Giornalisti Agricoltura e Ambiente Veneto e Trentino-Alto Adige e Capo Ufficio Stampa di ANBI-Associazione Nazionale Bonifiche e Irrigazioni

Interventi
Verso una gestione sostenibile del verde urbano
Gianpaolo BARBARIOL – Past President AIDTPG – Associazione Italiana Direttori e Tecnici Pubblici Giardini

Come il GPP cambia gli appalti per la gestione del verde pubblico e dell’arredo urbano
Silvano FALOCCO – Direttore Fondazione Ecosistemi e Forum CompraVerde-BuyGreen

Le novità del nuovo Codice Appalti
Maurizio DISCEPOLO – NewLegal Network Rete Studi Legali Associati

Il Piano d’Azione GPP della Regione Veneto e il CAM relativo a “ammendanti, piante ornamentali e impianti di irrigazione”
Giulia TAMBATO – Direttore Direzione Acquisti AA.GG e Patrimonio Regione del Veneto

Indirizzi della Regione Veneto per un corretto impiego dei prodotti fitosanitari nelle aree frequentate dalla popolazione
Roberto SALVÒ – Direzione Parchi Foreste e Agroambiente Regione del Veneto

GIOVEDI' 22 SETTEMBRE

CONVEGNO/TAVOLA ROTONDA
GPP – GREEN PUBLIC PROCUREMENT E GOVERNANCE DELLE AREE VERDI E DEL PAESAGGIO SECONDO IL NUOVO CODICE APPALTI
Tra nuove opportunità “green” di mercato e nuove competenze amministrative il ruolo della Pubblica Amministrazione e dei grandi network sociali, economici e ambientali

A cura di: PadovaFiere e Adescoop – Agenzia dell’Economia Sociale
22 settembre 2016 dalle 9:30 alle 11:30 – Pad. 7 – Sala 7B

Convegno istituzionale rivolto ad operatori pubblici, privati ed alle grandi reti sociali, economiche ed ambientali in cui sarà illustrato il ruolo della Pubblica Amministrazione e dei grandi network per lo sviluppo delle nuove opportunità del mercato “green” secondo i nuovi adempimenti normativi.
Saluti e apertura dei lavori
Gianfilippo PANAZZOLO – Responsabile Commerciale PadovaFiere
Gianni MENEGHETTI – Presidente Adescoop – Agenzia dell’Economia Sociale e coordinatore progetto Flormart GPP Lab

Coordina
Efrem TASSINATO Giornalista, Responsabile Segreteria Nazionale UNAGA-Unione Nazionale delle Associazioni Giornalisti Agricoltura, Alimentazione, Ambiente, Territorio, Foreste, Pesca, Energie Rinnovabili e Presidente Circuito Wigwam

Il parere degli esperti:
Dal punto di vista delle aree verdi e del paesaggio
Paolo SEMENZATO – Università di Padova, Dipartimento TeSAF-Territorio e Sistemi Agro-Forestali

Dal punto di vista del GPP/Green Pubblic Procurement
Silvano FALOCCO – Direttore Fondazione Ecosistemi e Forum CompraVerde-BuyGreen

Dal punto di vista del nuovo Codice Appalti
Marco FERRERO – NewLegal Network, Studi Legali Associati

Il parere dei grandi network
Maurizio TIRA – Presidente Coordinamento Agende 21 Locali Italiane
Francesco MARINELLI – Segreteria Tecnica Associazione Borghi Autentici d’Italia

Il parere delle istituzioni:
Gianluca FORCOLIN – Vice Presidente Regione del Veneto
Maria Rosa PAVANELLO – Presidente ANCI Veneto
Barbara DEGANI – Sottosegretario del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

LE INFRASTRUTTURE VERDI: UNO STRUMENTO PER RICUCIRE IL TERRITORIO
Come un nuovo tessuto agroforestale può cambiare il paesaggio e l’economia dei nostri territori nei prossimi anni

A cura di: Veneto Agricoltura
Giovedì 22 settembre 2016 dalle 11.00 alle 12.30 – PadovaFiere – Pad. 8 – Sala 8C

L’esperienza di Veneto Agricoltura, anche attraverso le esperienze avviate nella sua Azienda pilota e dimostrativa “Diana” (Bonisiolo di Mogliano V.to, TV) e presso il proprio Centro Vivaistico e per le Attività Fuori Foresta di Montecchio Precalcino (VI), sui temi più “caldi” sul fronte del cambiamento climatico e della mitigazione degli impatti attraverso l’agricoltura e le “Infrastrutture Verdi”. Qualità delle Acque, Sostanza organica, vitalità e fertilità del Suolo, Lotta a Rumori e inquinanti nelle aree densamente popolate e lungo le arterie viarie sono temi di grande attualità che l’Agenzia regionale ha affrontato negli ultimi 15 anni proponendo, e testando sul campo, soluzioni innovative e virtuose.

I rischi di deriva genetica negativa e di distruzione della biodiversità si abbattono mediante la conoscenza e una corretta progettazione e realizzazione degli interventi. Creare infrastrutture verdi non è sufficiente. Si devono seguire linee guida precise per mantenere alto lo standard di qualità ambientale delle opere a verde e degli impianti
Agroforestali.
Interventi

Infrastrutture Verdi: Percorsi tematici ed Esperienze di Veneto Agricoltura
Federico CORREALE SANTACROCE – Dirigente Settore Bioenergie e Cambiamento Climatico, Veneto Agricoltura

Le Infrastrutture Verdi e la Tutela della Biodiversit
Giustino MEZZALIRA – Direttore Sezione Ricerca e Gestioni Agroforestali, Veneto Agricoltura

VENERDI' 23 SETTEMBRE

TUTTO È CONNESSO, TUTTO È IN RELAZIONE!
L’enciclica Laudato Si’ e la sfida dell’ecologia integrale

A cura di: Fondazione Lanza e Adescoop – Agenzia dell’Economia Sociale
Venerdì 23 settembre 2016 dalle 11.00 alle 12.30 – PadovaFiere – Pad. 8 – Sala 8A

Una nuova cultura della sostenibilità per incidere sulle dinamiche istituzionali, sulle filiere produttive, sui comportamenti e le scelte di consumo personali e collettive richiede la capacità e la volontà di promuovere un approccio in grado di comprendere che tutto è intimamente collegato. Come ha ricordato papa Francesco nell’enciclica Laudato Si’ non si possono tenere distinte le problematiche ambientali da quelle economiche e sociali, così come la qualità della vita dalla qualità dell’ambiente nel quale viviamo: la questione ecologica non è un tema a se stante, ma parte integrante della vita sociale, politica, economica, culturale. Questo il filo conduttore dell’incontro che vuole essere un’occasione di confronto e di riflessione tra operatori della filiera del verde, dell’associazionismo, dell’educazione e della comunicazione per favorire e promuovere un’azione condivisa per la cura della casa comune.

Introduzione
L’enciclica Laudato Si’: uno sguardo verso il futuro
Matteo MASCIA, Coordinatore Progetto Etica e Politiche Ambientali, Fondazione Lanza

Interventi
Le agenzie educative e la formazione ad una responsabilità ecologica
Ezio BUSETTO, Presidente Rete delle Scuole Agrarie Triveneto
L’associazionismo e il terzo settore per la cura dei beni comuni
Andrea CITRON, Presidente Acli Veneto e Responsabile Ambiente Acli Nazionali
L’agricoltura multifunzionale e la prospettiva dell’agroecologia
Federico MIOTTO, Presidente Coldiretti Padova
Le parole sostenibili e la professione giornalistica
Roberto ZALAMBANI, Giornalista e Segretario Generale UNAGA-Unione Nazionale Associazioni Giornalisti Agricoltura e Ambiente